Lingua: Italiano
Zermatt. No matter what
 
siete qui: _ Home _ Contatto _ Presscorner _ Comunicati stampa

11. assemblea generale della Zermatt Bergbahnen AG

21.09.2012

Oggi a Zermatt si è tenuta l’11. assemblea generale della Zermatt Bergbahnen AG. Malgrado le difficoltà del quadro economico generale in mezzo alla crisi europea, e malgrado una contrazione del risultato, la Zermatt Bergbahnen AG è riuscita a realizzare gli investimenti necessari al mantenimento della sostanza aziendale.

Un anno di successo al vertice dell’azienda

Dal 1. giugno 2011 Markus Hasler è il responsabile operativo al vertice della Zermatt Bergbahnen AG. Dopo una breve fase di rodaggio ha già lasciato le sue prime «impronte digitali», concludendo con successo il primo anno come CEO dell’azienda. Sicuramente il lavoro non manca a Markus Hasler, che ha il compito di consolidare ulteriormente il bilancio in un contesto economico non facile, attuando o preparando parallelamente i necessari progetti di rinnovamento e di sviluppo a vantaggio della meta turistica e dei suoi ospiti.

Realizzati i necessari investimenti sia nuovi che sostitutivi nonostante la difficile situazione

La crisi fa sentire ovunque i suoi effetti e anche a Zermatt si avverte la difficile situazione economica, seppure in modo non così intenso come in altre parti della Svizzera − specialmente nei mercati vicini, tanto importanti per la Zermatt Bergbahnen AG. L’effetto congiunto delle condizioni meteorologiche a tratti avverse e dei noti problemi economici/valutari hanno causato una riduzione del fatturato del 4.8%. Ciononostante, per poter partecipare con una fetta più grande alla «torta» del turismo aspramente contesa, l’infrastruttura deve soddisfare appieno le aspettative degli ospiti. Solo un’infrastruttura moderna e perfettamente efficiente giustifica un prezzo leale e può entusiasmare il turista. Anche nell’esercizio commerciale 2011/12 la Zermatt Bergbahnen AG ha investito quasi altri 11 mio. di CHF nel rinnovamento degli impianti esistenti e in progetti destinati ad accrescere il grado di utilizzo per gli ospiti. L’intervento più cospicuo che l’ospite può constatare direttamente è l’ulteriore sviluppo degli impianti d’innevamento, a vantaggio della sicurezza della neve nel Matterhorn ski paradise. Investimenti essenziali per il mantenimento della sostanza aziendale sono stati l’impegnativa sostituzione del collegamento elettrico del Matterhorn glacier paradise nonché il comando della seggiovia a 4 posti Theodul-Express.

Uno sguardo lungimirante

L’obiettivo primario del consiglio di amministrazione e della direzione è migliorare il rapporto tra capitale proprio e capitale altrui. Solo con una migliore base di capitale proprio e con una solida redditività è possibile creare il fondamento per nuovi investimenti futuri. Con queste premesse potrebbe essere più vicina la realizzazione di progetti concepiti con lungimiranza, come una nuova funivia – del tipo a movimento continuo – dal Trockener Steg al Matterhorn glacier paradise nonché la sostituzione dello skilift Hörnli.

A fronte dei noti indici di mercato, anche l’esercizio commerciale 2012/13 non si prospetta come un anno record. Una gestione dei costi attuata con successo dalla direzione già nell’anno passato come pure un maggiore e più mirato impegno nel settore marketing dovranno fornire a medio termine un ulteriore contributo al miglioramento dei risultati aziendali. La Zermatt Bergbahnen AG è convinta di fornire un’offerta valida e adeguata alle esigenze degli ospiti, che le consentirà di operare con successo anche in futuro. Anche nell’attuale anno commerciale vengono quindi effettuati i necessari investimenti per la sostituzione e/o per l’ottimizzazione degli impianti esistenti. La sostituzione, anch’essa necessaria, della 32enne funicolare costerà circa 12 mio. di CHF e, a partire dall’estate 2013, metterà a disposizione dell’ospite sul percorso da Zermatt all’area del Rothorn un nuovo mezzo di trasporto dal comfort di marcia adeguato alle esigenze del nostro tempo. Un’ulteriore stazione di pompaggio al lago Moosjisee è la base per il potenziamento della capacità d’innevamento nel comprensorio Rothorn-Gornergrat. Dopo la costruzione dell’impianto, all’inizio della stagione potranno così venir aperti più chilometri di pista con conseguente vantaggio per gli ospiti.

La società degli impianti di risalita di Zermatt crede nel valore del proprio prodotto. Un prodotto sostenuto da un team di collaboratori altamente motivati – il più grande capitale di ogni impresa – che realizzano a favore dell’ospite tutti gli adeguamenti e le innovazioni costantemente in programma. Siamo convinti di essere ottimamente attrezzati per affrontare al meglio il futuro.

 

 

Per ulteriori informazioni e materiale fotografico rivolgetevi a:

Markus Hasler § CEO § Zermatt Bergbahnen AG

+41 (0)27 966 0101

markus.hasler@zbag.ch


Geschäftsbericht 2011 / 2012 (PDF: 50 Seiten, 4.2 MB)


Zermatt Tourismus | Tel +41 27 966 81 00 | info@zermatt.ch