Lingua: Italiano
Zermatt. No matter what
 
siete qui: _ Home _ Contatto _ Presscorner _ histoires_de_zermatt

Il giardino del ghiacciaio Dossen di Zermatt: natura selvaggia, facilmente accessibile

Il giardino del ghiacciaio Dossen di Zermatt si è arricchito di una grande attrazione. Il nuovo ponte sospeso sopra il Gorner facilita e accorcia l’accesso al giardino del ghiacciaio. Esso verrà inaugurato sabato, 18 giugno 2011. Si conclude così un’ulteriore tappa dell’ampliamento del giardino del ghiacciaio. 

„Il giardino del ghiacciaio Dossen sopra Furi è il più grande giardino di ghiacciaio della Svizzera“, afferma Dany Biner, consigliere comunale di Zermatt. Nel maggio 2011 la ditta Lauber Seilbahnen di Frutigen ha montato il ponte sospeso della lunghezza di 80 metri e un’altezza di 50 metri, che apre la via sopra il Gorner dalla sottostante Gandegg verso Dossen. Esso facilita e abbrevia l’accesso alle 20 marmitte dei giganti, alla cava di pietra ollare e al focolare con nuovo parco giochi nel bosco. La pietra ollare è anche conosciuta sotto le denominazioni di steatite, pietra saponaria o “Lave(t)zstein”. Il ponte sospeso è raggiungibile in 15 minuti partendo dalla stazione a monte di Furi, il giardino del ghiacciaio in dieci minuti a partire dal ponte sospeso. 

Marmittei, detriti, massi erratici 
Il giardino del ghiacciaio di Zermatt presenta un mondo alpino incontaminato ai piedi del ghiacciaio del Gorner, il secondo ghiacciaio delle alpi per la sua lunghezza. Si sente il mormorio dell’acqua. Alberi pionieri, specialmente larici e pini cembri donano ombra e massi erratici si trovano dappertutto nella boscaglia. Le marmitte dei giganti sono sorte in seguito allo scorrimento a 200 km/h di acqua di disgelo che portava con sé detriti e sabbia. Cartelli indicatori spiegano i meccanismi dell‘erosione. I nasi di roccia e le lastre di roccia presentano detriti lasciati dal ghiacciaio. Una gita turistica mostra l’autenticità del paesaggio. Ma nel contempo è anche facilmente raggiungibile: „I sentieri sono resi sicuri da tronchetti di legno lavorati e conducono alle marmitte dei giganti“, spiega Peter Bittel, guida escursionistica e conoscitore di sentieri e passerelle, di flora e fauna dei dintorni di Zermatt. Egli accompagna con piacere gli interessati nel giardino del ghiacciaio e spiega loro il paesaggio. 

Il focolare e il parco giochi nel bosco invitano a sostare e a gioire. Uno studio fa rilevare che: il giardino del ghiacciaio non è un luogo che dev’essere inscenato bensì un paesaggio alpino“ che parla da sé e che vale la pena di scoprire.“ Affinchè il paesaggio sia ancora più comprensibile anche ai laici, nel giardino del ghiacciaio sono pianificati ulteriori ampliamenti. Allo scopo è stata allestita una bozza. Vengono presi in considerazione ulteriori allestimenti sottili e sensoriali del giardino con temi quali la glaciologia, la geologia, la biologia, ma anche la cultura (cava di steatite) e l‘energia dell‘acqua. Informazioni su applicazioni con Smartphone completeranno in futuro l’offerta. L’ultimazione dei lavori dovrebbe avvenire entro due o tre anni.
Le alpi – un paesaggio glaciale 
In Svizzera esistono solo pochi giardini di ghiacciai. Uno si trova a Maloja (Riserva naturale delle marmitte dei giganti presso la Torre Belvedere) e uno a Cavaglia/Poschiavo nel Poschiavino. Il giardino del ghiacciaio di Lucerna è il più famoso e viene visitato ogni anno da oltre 160‘000 visitatori. Lì sono visibili solo pochi, ma spettacolari marmitte dei giganti. Nei musei integrati nel giardino del ghiacciaio sono visibili numerosi modelli e dipinti del mondo alpino zermattese. Il vicino Alpineum mostra, tra l’altro, su dipinti tridimensionali, le star delle alpi: il ghiacciaio Gorner, il massiccio del Monte Rosa, il Gornergrat, il Breithorn e il Cervino. Il giardino del ghiacciaio di Zermatt vive del suo modo di essere lasciato al naturale. Chi desiderasse vivere intensamente questo paesaggio glaciale, qui lo può fare nella quiete e in solitudine. 

Escursioni geologiche 
Dal 20.7. al 17.8.2011 a Zermatt vengono effettuate, ogni mercoledì, gite geologiche guidate. Orario di partenza: ore 8.30 presso l’ufficio del turismo. Costo CHF 20, viaggio in treno escluso. L’escursione porta dal Gornergrat, passando da Riffelberg, al giardino del ghiacciaio e a Furi. 

Iscrizioni entro il giorno precedente, ore 17.30. 
Telefono 027 966 81 00.

Zermatt Tourismus | Tel +41 27 966 81 00 | info@zermatt.ch