Lingua: Italiano
Zermatt. No matter what
 

Liskamm (4527 m s.l.m.)

Il Liskamm (spesso anche Lyskamm) si trova a ovest del gruppo del Monte Rosa. La cima orientale (4‘527 m s.l.m.) è il punto più alto della cresta lunga parecchi chilometri che corona la parete nord-est coperta di ghiaccio di quasi 1000 m di altezza. Le salite sulla cresta sono lunghe e pericolose poiché la cresta è spesso coperta di moltissima neve, anche se le salite non siano tecnicamente di particolare difficoltà. 

Derivazione del nome 
Fino agli anni quaranta dell’ultimo secolo, il Liskamm aveva ancora i nomi, quali Monte Rosa, cima del Monte Rosa, piccolo Monte Rosa e Rosenhorn. Un’altra denominazione che ha ancor oggi la montagna è il nome “Silberbast“. Per “Bast“ s’intende la sella posta sui muli per trasportare le merci. Essa ha, come il Liskamm con le sue due vette, un rialzo nella parte davanti e in quella dietro. Il nome risale alla fantasia del canonico Berchtold e venne accolto di buon grado dalle guide alpine di Zermatt. Tuttavia s’impose il nome proposto dal barone Ludwig von Welden „Liskamm“. Il Lys è un fiume di 40 km di lunghezza che nasce sul lato italiano dagli scarsi ghiacciai del Liskamm. 

Storia / Leggenda
L’orco 
Dalla scarsa conoscenza dei pericoli della neve ammassata ai bordi ripidi avvennero molte tragedie sul Liskamm. Le cordate troppo grosse camminarono su ammassi di neve sulle croste e sui bordi dei terreni montani che si spezzarono sotto il peso della cordata. La superstizione del popolo tuttavia attribuì i frequenti casi di sciagure alle forze occulte del Liskamms. Avvenne così che la neve ammassata sui bordi fece precipitare contemporaneamente tre fratelli della nota famiglia di guide alpine di San Nicolao. 

Filmstar 
Il regista e pioniere del film sulla montagna Arnold Fanck girò nel 1921 sul Liskamm il suo primo film sulla montagna "In lotta con la montagna" con Hannes Schneider und Ilse Rohde come interpreti. Dietro la cinepresa c’era Sepp Allgeier, primo cameraman di Franck, che girò tra l’altro nel 1928 il film „La lotta per il Cervino“.




Altezza

4527 m s.l.m.

Prima ascensione

19 agosto 1861

Primi scalatori

William Edward Hall, Jean-Pierre Cachat, Peter Perren, Josef-Marie Perren, J.F. Hardy, J.A. Hudson, C.H. Pilkington, A.C. Ramsay, T. Rennison, F. Sibson, R.M. Stephenson, Franz Lochmatter, Karl Herr e Stefan Zumtaugwald

 

Informazioni per gli escursionisti

Diversi suggerimenti per escursioni con vista sulla montagna

Camminata dal Gornergrat al nuovo rifugio Monte Rosa

Offerte di ferrovie di montagna

Prezzi

Informazioni per gitanti

Informazioni sulle diverse vette

Dal Gornergrat si ha la vista più bella sul Liskamm
Con la ferrovia del Gornergrat Zermatt - Gornergrat - Zermatt

Passeggiate corte e facili o escursioni

Rotenboden - Riffelberg

Informazioni per guide alpine/alpinisti

Località a valle

Alagna Valsesia (1190 m s.l.m.)
Gressoney-la-Trinité (1624 m s.l.m.)
Zermatt (1620 m s.l.m.)

Punto di partenza

Capanna Gnifetti (3611 m s.l.m.)
Capanna Quintino Sella (3585 m s.l.m.)
Nuovo rifugio Monte-Rosa (2795 m s.l.m.)

Diversi percorsi

Le salite normali avvengono attraverso le creste:

  • dal Lisjoch (4151 m s.l.m.) attraverso la cresta est alla cima est
  • attraverso la cresta sud alla cima est
  • dal Felikjoch (4063 m s.l.m.) attraverso la cresta sud-ovest alla cima ovest, proseguendo attraverso la lunga cresta fino alla cima est

Punti di rifocillamento / capanne alpine

Capanna Gnifetti (3611 m s.l.m.)
Rifugio Città di Mantova (3498 m s.l.m.)



Zermatt Tourismus | Tel +41 27 966 81 00 | info@zermatt.ch