Lingua: Italiano
Zermatt. No matter what
 
siete qui: _ Home

Il programma Zermatt Festival è ora ottenibile

Arrivato alla sua sesta edizione sotto la nuova direzione del festival di Giovanna Panese, dal 3 fino al 19 settembre 2010 lo Zermatt Festival presenta concerti scelti nelle sale di concerto più alte d’Europa e dall’atmosfera unica, fino a 2222 metri sul livello del mare. Il programma completo è disponibile da subito come download nonché in forma cartacea allo sportello di Zermatt Turismo.

Gli highlight
Il programma di quest’anno si distingue per un’interessante presenza di artisti svizzeri nonché di composizioni. In apertura suona la kammerochersterbasel, la solista è Vesselina Kasarova, mezzosoprano, domiciliata in Svizzera e di fama mondiale.

Il 4 settembre è il pluripremiato pianista 22enne Joseph Moog a dare un concerto. Anche domenica, nella cappella della Riffelalp entra in scena il pianoforte: il pianista francese Michel Dalberto suona Liszt, Debussy e Schumann. Il secondo fine settimana del festival inizia con un pezzo del compositore svizzero romando Frank Martin, «Le vin herbé» (Il vino speziato), eseguito molto raramente. Lo Scharoun Ensemble, l’ensemble di musica da camera dei Berliner Philharmoniker, che da ben sei anni è fedele allo Zermatt Festival, si è lasciato ispirare da questo pezzo e lo ha messo in musica con successo. «Le vin herbé» è contrastato da «Siegfried-Idyll» (L’idillio di Sigrfrido) di Richard Wagner – entrambi i pezzi traggono spunti dalla saga celtica di “Tristan und Isolde” (Tristano e Isotta).
Sabato, 11 settembre: si alzi il sipario del palcoscenico mondiale per l’Oberwalliser Vokalensemble, che insieme allo Scharoun Ensemble, al Vocalconsort Berlin nonché a quattro solisti eseguiranno la «Messa dell’incoronazione» di Mozart.

La domenica la Riffelalp è tutta nel segno dell’oboe, lo Scharoun Ensemble e l’oboista Jonathan Kelly eseguono opere di Mozart e di Heinz Holliger, composer in residence (compositore residente).



L’ultimo fine settimana del festival si giunge nella stessa composizione, completata dalla Zermatt Festival Orchestra, al triumvirato compositore, direttore, oboista – un Heinz Holliger trino. Insieme allo Scharoun Ensemble verrà tra l’altro eseguita la “Tragische Symphonie” (Sinfonia “Tragica”) di Franz Schubert. Sabato sono in programma Dvorák e la “Italienische Symphonie” (Sinfonia Italiana) di Mendelssohn Bartholdy.

Per concludere, domenica 19 settembre nella cappella della Riffelalp suona la Zermatt Festival Academy. A quel momento, studenti di grande talento avranno già provato per due settimane con i musicisti dei Berliner Philharmoniker e daranno un saggio del loro talento. Nel frattempo il numero dei borsisti è arrivato a 30, provenienti da 15 nazioni. Ci sono state oltre 100 candidature. Interessanti e con ingresso gratuito sono i concerti da camera di questi giovani di grandissimo talento. Essi hanno luogo sempre durante la settimana a partire dalle ore 20 nella Chiesa Inglese, nel Parkhotel Beau Site e nello Zermatterhof.

Novità
Prima dei concerti, nello Zermatterhof, il venerdì e il sabato si tengono adesso varie rappresentazioni con i musicisti o musicologi, che rivelano avvincenti sfondi dei pezzi presentati.

Affermata
La ECAV, Walliser Schule für Gestaltung, partecipa anche questa volta e nel «Discovery»-workshop trasmette ai bambini tra 7 e 12 anni “Klangwelten” (Mondi di suoni). E precisamente sabato, 18 settembre, dalle ore 9 alle 17. La partecipazione è gratuita mentre è necessaria l’iscrizione all’indirizzo.


Zermatt Tourismus | Tel +41 27 966 81 00 | info@zermatt.ch