Lingua: Italiano
Zermatt. No matter what
 
siete qui: _ Home _ Contatto _ Presscorner _ zermatt_stories

17 guide alpine, 154 ombrelli ed io - Sulle tracce di Mark Twain a Zermatt

„Stavo seduto là con la risolutezza di un eroe, perché con il pensiero stavo già lottando contro i pericoli della montagna, e il mio amico mi fissò in adorante ammirazione attraverso le sue lacrime. Poi si gettò su di me con un abbraccio amorevole e, con voce rinunciataria disse: 'Il suo  Harris non la lascerà mai. Moriremo insieme!'“

Satira pura, questo è  „Climbing the Riffelberg“. Ha scritto il racconto, preso dalla relazione di viaggio „A tramp abroad“ del 1881, nientedimeno che Mark Twain (1835 - 1910): timoniere sul Mississippi, cercatore d’oro, reporter di gossip, scrittore di viaggi e autore del classico „Le avventure di Tom Sawyer“ e  di „Le avventure di Huckleberry Finn“.

Twain visitò Zermatt nel suo secondo viaggio in Europa attraverso la Germania, la Svizzera e l’Italia. Il 27 agosto 1878, alle tre del pomeriggio, è arrivato in compagnia del suo amico, il reverendo Harris Twichell, e ha alloggiato dapprima in paese, presumibilmente nell’Hotel Monte Rosa, che viene citato nel racconto. Per un periodo prolungato deve essersi trattenuto sulla Riffelalp o sul Riffelberg  – anch’essi luoghi degli eventi.

Nel 2010 ricorre il centenario della morte di Mark Twain. Motivo sufficiente per riprendere in mano questa divertente descrizione di una spedizione sul Riffelberg. A quei tempi, il Riffelberg non era ancora raggiungibile con la ferrovia, quindi non si trattava di una vera e propria passeggiata.

Il fascino dell’episodio del Riffelberg, leggibile in un’ora, sta nella rappresentazione eroica ed ampiamente esagerata di una spedizione, con 205 partecipanti, inclusi muli, mucche, stiratrici e pasticceri – esageratamente  equipaggiati con 22 barili di whisky, 154 ombrelli, 27 bariletti con tintura d’oppio ... È stata l’intensa lettura da parte di Twain di relazioni scritte da scalatori la prima sera del suo arrivo, a spingerlo a diventare attivo letterariamente nel modo satirico a lui congeniale. Perciò „Climbing the Riffelberg“ è anche l’unico omaggio al genere dei racconti da parte di alpinisti, un pezzo di letteratura mondiale. 


Twain per gaudenti: Sulla Mark Twain-Terrasse del Riffelalp Resort potete sfogliare i libri di Twain e nel contempo godere del panorama.

Twain per escursionisti interessati alla letteratura: Mark Twain Weg da Riffelberg alla  Riffelalp (18) in 50 min. In discesa.

Twain escursionisti risoluti: Arvenweg (14) da Findelbach alla Riffelalp (2 ore), Swiss Topwalk (23) bis Riffelberg (30 min.). In salita.

Twain per lettori che non amano troppo camminare: „Climbing the Riffelberg/ Riffelberg-Besteigung. Casa editrice Dorfpresse. In edizione rilegata, bilingue, con immagini dell’edizione originale del 1881.


Zermatt Tourismus | Tel +41 27 966 81 00 | info@zermatt.ch