Lingua: Italiano
Zermatt. No matter what
 
siete qui: _ Home _ Contatto _ Presscorner _ histoires_de_zermatt

L’acqua è forza ed elisir di lunga vita

L’acqua è forza ed elisir di lunga vita. A Zermatt l’acqua viene portata in 1600 case, 175 idranti e 23 pozzi da 86 fonti in 12 sorgenti. Si tratta per il 95% di pura acqua di fonte, ha benefici straordinaro e risponde ai requisiti richiesti per l’acqua potabile previsti dalla Legge svizzera sulle derrate alimentari. Ma quest’acqua può ancora di più: più del 70% della corrente elettrica utilizzata a Zermatt proviene da energia rinnovabile – l’energia idrica. Ecco a voi un colloquio con il direttore di Elektrizitätswerke Zermatt AG, Stefan Aufdenblattern.

Signor Aufdenblatten, l’energia idrica a Zermatt viene autoprodotta?
 

Sì. Con gli impianti di energia idrica installati a Zermatt, il 68% dell’energia elettrica può essere coperto da energia idrica propria. Il 4% dell’energia proviene da impianti idroelettrici situati in territorio svizzero. Il restante 28% viene compensato attraverso energia di origine sconosciuta. 

Come ci si può immaginare la produzione energetica attraverso acqua di ghiacciaio? 
Come fa l’acqua a giungere agli impianti di energia idrica? 

Sotto il ghiacciaio o sul letto del torrente, l’acqua che affluisce viene immagazzinata attraverso speciali infrastrutture (condutture dell’acqua); in detta sede l’acqua viene separata da ghiaia e sabbia e stoccata in un bacino che funge da collettore. In caso di necessità l’acqua stoccata viene quindi inviata all’impianto attraverso una conduttura. All’interno dello stesso impianto l’acqua, che è a un livello pressorio elevato, aziona una turbina la quale a sua volta aziona il generatore. All’interno del generatore l’energia meccanica viene trasformata in energia elettrica, viene immessa nella rete di distribuzione e inviata agli utenti attraverso le condutture.
Da cosa dipende il fatto che il Vispa sia così tanto ingrossato? 

Vi sono diversi fattori che influenzano l’affluenza idrica del Vispa e anche di altri torrenti. Accanto ai flussi modificabili da parte degli impianti energetici, anche il maltempo sui monti contribuisce a far ingrossare in brevissimo tempo i fiumi e tutt’altro che raramente trasforma improvvisamente un bellissimo torrente gorgogliante in un corso d’acqua impetuoso e pericoloso. 

È per questo che lungo i corsi d’acqua spesso sono posizionati segnali di pericolo ? 

Sì. I segnali di pericolo sono posizionati lungo ogni fiume sul quale si trovino impianti di produzione energetica. Per prima cosa essi devono avvertire gli utenti circa i pericoli derivanti da un improvviso aumento dell’acqua, dovuto a operazioni a carico degli impianti di produzione energetica. Vale la pena di ricordare che qualsiasi tranquillo torrente in montagna può diventare un pericolo anche senza impianti di produzione energetica. A causa dei bacini idrografici anche in caso di piccole precipitazioni si accumulano grosse quantità d’acqua, il che porta a un rapido e deciso aumento di fiumi. La regione rivierasca e i bei banchi di sabbia lungo il corso d’acqua possono allagarsi nel giro di secondi e trascinare con sé persone e materiali a causa della forte corrente. Per quanto sia così bello rinfrescarsi i piedi in un torrente di montagna durante una passeggiata o una gita sui monti, può essere molto pericoloso!

Zermatt Tourismus | Tel +41 27 966 81 00 | info@zermatt.ch