Lingua: Italiano
Zermatt. No matter what
 

*150° anniversario della prima scalata

Teatro open-air di Zermatt

In fase di pianificazione: una pièce teatrale con molta musica sulla prima scalata del Cervino

Per la prima volta, proprio in occasione del 150° anniversario della prima scalata del Cervino, si terranno spettacoli open-air. Gli spettatori potranno rivivere ciò che accadde nel corso della prima scalata. Una storia di vittoria, di tradimento e di morte. Lo spettacolo teatrale, con una consistente parte musicale, sarà proposto per quattro – sei settimane in inglese e tedesco nel centro di Zermatt.

Non è stato ancora stabilito un titolo, ma tra gli addetti si parla di “Teatro open-air di Zermatt”, sulla scorta del “Tell Teatro open-air” di Interlaken. Ad organizzare e realizzare il progetto sarà l’impresa Tom Talent di Thomas Sterchi, lo stesso Thomas Sterchi che ha già dato vita al Festival della musica Zermatt Unplugged. “Il nostro desiderio sarebbe quello di poter allestire un palcoscenico nel centro del villaggio con tribune in grado di accogliere circa 1000 persone”, spiega Thomas Sterchi. Per lo “spettacolo teatrale con una consistente parte musicale” della durata di 90 minuti, per il momento si stanno ancora valutando possibili ubicazioni. L’autrice e regista della pièce è la bernese Livia Anne Richard, che ha realizzato vari spettacoli teatrali open-air quali “Dällenbach Kari” (2006/2007) e “Einstein” (2010) sul Gurten.

Attori scelti tra la popolazione del villaggio
Per gli spettacoli teatrali open-air di Zermatt, il tema sarà la prima scalata del Cervino con i suoi aspetti più specifici: successo, azione o morte, intrighi e amore, realizzati come spettacolo teatrale con una consistente parte musicale. Oltre ad attori e cantanti professionisti, verranno impiegati anche attrici e attori dilettanti e quante più possibili associazioni che già operano nel villaggio e comparse locali: “Ci piacerebbe coinvolgere il massimo numero possibile di abitanti di Zermatt, sul palcoscenico e dietro le quinte”, dice Thomas Sterchi. Complessivamente sul palcoscenico dovrebbero esserci tra le 30 e le 40 persone. Nei mesi luglio e agosto 2015 ci sarà bisogno di ausiliari che collaborino sul posto nel backstage e nell’organizzazione. Gli spettatori che assisteranno alle rappresentazioni dovrebbero essere per il 50 per cento turisti presenti a Zermatt e per il restante 50 percento spettatori che arrivano a Zermatt proprio perché attratti dal teatro open-air. Per l’occasione verranno allestiti speciali package con viaggio di andata, ingresso al teatro, cena e pernottamento. Se gli spettacoli costituissero un forte richiamo per il pubblico, si potrebbero generare circa 15‘000 pernottamenti in più e un valore aggiunto nel settore di una somma milionaria a due cifre. “Se il Teatro open-air di Zermatt si rivelasse un successo, gli spettacoli potrebbero essere ripetuti annualmente in estate, così come il Tell Teatro open-air di Interlaken”, così si esprime Thomas Sterchi sul futuro a lungo termine del Teatro open-air di Zermatt.

Zermatt Tourismus | Tel +41 27 966 81 00 | info@zermatt.ch